Iscrizione alla Newsletter 813

24
Febbraio
2018

Ortensie

Ortensie

Il nome botanico delle ortensie è "Hydrangea", termine che contiene la parola

acqua in greco perchè le sue capsule seminali somigliano proprio a delle conchette per l'acqua.

Originarie della Cina e del Giappone e conosciute fin dall'antichità, le ortensie giunsero

in Europa solo nel '700 grazie al naturalista Philibert Commerson in uno dei suoi primi

viaggi intorno alla terra alla scoperta di nuove piante. Commerson le battezzò con il nome

volgare di Ortensia in onore della donna di cui era innamorato, moglie di un suo caro

amico e quindi impegnata e non libera di ricambiare il sentimento. Sembra che da qui

derivi l'accezione negativa che si attribuisca a questo fiore, simbolo infatti del distacco,

dell'abbandono e della sofferenza in ambito sentimentale.

Sono famose per i numerosi colori che possono assumere che non sono una proprietà

intrinseca della pianta bensì dipendono dall'acidità e dalle sostanze nel terreno, ma anche

per le loro proprietà officinali impiegate a scopi terapeutici già dai tempi più antichi.

"Hydrangea" is the botanic name of the hortensia, it contains the word water in Greek

because its seminal capsules look like little basins for water. They come from China and Japan

and they're known from the ancient times, they arrived in Europe in the 1700s thanks to

Naturalist Philibert Commerson during his travel around the world to discover new plants.

Commerson named them with the common name of Hortensia in honor of a lady; he was in

love with her but she was married with a friend of him so she wasn't free to return his love

and probably from this derives the negative connotation which is given to this flower,

that is symbol of separation, abandon and suffering.

They're famous for their several color, which are not an intrinsic property of them

because colors depend on acidity and substances in the land.

They're known also for their medical properties and they were used

with therapeutic purpose  already in tha ancient times.

Categories: Il Blog di 813

/